Vai ai contenuti

Valutazione degli apprendimenti

Ptof > L'Offerta formativa
SCUOLA DELL'INFANZIA  "D'AZEGLIO" - "BENCI" - "GOBETTI"

Criteri di osservazione/valutazione del team docente
I docenti, all'inizio del triennio, effettuano colloqui individuali con le famiglie durante i quali viene compilata una scheda conoscitiva del bambino. Nel corso del triennio si effettuano continue ed intermedie osservazioni e valutazioni attraverso una griglia di apprendimento. Al passaggio nella scuola primaria i docenti compilano una scheda di accompagnamento del bambino, concordata con i colleghi della scuola primaria.

Criteri di valutazione delle capacità relazionali
I docenti, all'inizio del triennio, effettuano colloqui individuali con le famiglie durante i quali viene compilata una scheda conoscitiva del bambino. Nel corso del triennio si effettuano continue ed intermedie osservazioni e valutazioni attraverso una griglia di indicatori del comportamento. Al passaggio nella scuola primaria i docenti compilano una scheda di accompagnamento del bambino, concordata con i colleghi della scuola primaria.


SCUOLA PRIMARIA  "BENCI" - "D' AZEGLIO" - "BINI"

Criteri di valutazione comuni
Vengono individuate Prove di Valutazione comuni, intermedie e finali, per la verifica degli apprendimenti, anche per le classi V, in collaborazione con i docenti delle Scuole Secondarie di I grado che esistono sullo stesso territorio. Inoltre sono stati elaborati Compiti di Realtà per la valutazione autentica delle competenze. Le prove in itinere sono invece lasciate all’autonoma scelta dei docenti che le calibrano sul programma svolto e sulle caratteristiche dei propri alunni. In linea con le indicazioni contenute nel D.L.vo 1865 del 10/10/2017 i docenti concordano anche la corrispondenza tra livello di apprendimento e voto numerico, tramite la definizione di descrittori e/o rubriche di valutazione condivise, volte a descrivere i processi formativi, in termini di progressi nello sviluppo culturale, personale e sociale e il livello globale di sviluppo degli apprendimenti. Gli alunni di classe II e V partecipano anche alle Prove di Valutazione Nazionale INVALSI.

Criteri di valutazione del comportamento
Per effettuare osservazioni sul comportamento, i docenti hanno concordato i seguenti indicatori e relativi livelli.
Indicatori: Partecipazione, Rispetto delle regole, Senso di responsabilità, Socializzazione.
5 livelli: Ottimo/10, Distinto/9, Buono/8, Sufficiente/6, Insufficiente/5.
Inoltre il Regolamento di Istituto, all'art.17, elenca i Diritti e Doveri degli alunni esplicitando anche gli eventuali provvedimenti in caso di gravi inadempienze, comportamenti pericolosi o gravemente offensivi.

Criteri per l’ammissione/non ammissione alla classe successiva
I docenti, sentiti i genitori del bambino/a, possono proporre la non ammissione alla classe successiva, o al successivo grado d'istruzione, solo in caso di motivi gravi e ben documentati in un'apposita relazione da presentarsi al Dirigente Scolastico. Il Dirigente, preso atto della richiesta, sentita la famiglia e valutata la documentazione, convocherà una riunione del consiglio di classe per pervenire ad una decisione unanime. I motivi per cui si può richiedere la non ammissione sono: 1) un numero di assenze tale da impedire l'acquisizione delle competenze minime previste dalla programmazione; 2) il motivato parere dei servizi Sanitari in caso di disabilità, 3) solo in casi eccezionali, il mancato raggiungimento degli obiettivi minimi, nonostante le documentate attività individualizzate effettuate nel corso dell'anno. I genitori saranno comunque preavvisati in via riservata della decisione.
Torna ai contenuti